lunedì 9 febbraio 2009

Chirurgia plastica vietata, stop ritocchi seno per minorenni

C’è un limite a tutto: se non alla misura, almeno all’età. L’idea - vietare l’impianto di protesi al seno alle minorenni - è della sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, che ieri, a Milano, ha spiegato di puntare ad un decreto legge che regolamenti la chirurgia estetica. E soprattutto “al primo censimento sulla chirurgia plastica per affrontare un problema clinico come l’esplosione delle richieste delle giovani che vogliono aumentarsi il seno”. La proposta della sottosegretario Martini ha trovato un viatico bipartisan in Alba Parietti: «Il divieto non è sbagliato, perché a quell’età non c’è consapevolezza, ma voglia di emulare. Un minimo di regole si devono dare». E da antesignana del silicone, ha aggiunto: «Io l’ho fatto ripetutamente, ma come scelta matura, per esigenze personali, non per capriccio e con un chirurgo serio». Non s’è nascosta dietro un dito nemmeno la sottosegretario: «Non sono contraria in assoluto agli interventi estetici, ma non mi farei mai ritoccare il seno, o il viso con il filler. E’ intervento da rifare periodicamente, e anche molto lucroso». Dati alla mano - un’indagine Swg presentata ieri a Roma - non è però il seno al top della classifica dei ritocchi femminili, bensì pancia e fianchi (riduzione), quindi gambe (rimodellamento). E infine il seno, di cui si chiede quasi sempre l’aumento. Un vero e proprio boom.

Fonte

Nessun commento: