lunedì 23 febbraio 2009

Mangiare spesso uova non fa alzare i livelli di colestorolo

Mangiare uova regolarmente non fa innalzare i livelli di colestorolo. A smontare una credenza largamente diffusa, arriva uno studio dell’University of Surrey, secondo cui la maggior parte delle persone potrebbero mangiare uova a piacimento senza avere danni alla salute. E’ comunemente diffusa la credenza che non bisognerebbe superare le tre uova a settimana. E invece, secondo lo studio pubblicato sul British Nutrition Foundations’ Nutrition Bulletin, per il colestorolo risultano molto più nocivi i grassi saturi (quelli che si trovano, per esempio, nel burro). Secondo gli esperti, le uova dovrebbero invece costituire una costituente fondamentale della dieta, perche’ particolarmente ricchi di preziosi principi nutritivi. Tra l’altro, se è vero che un elevato livello di colestorolo puo’ causare seri problemi cardiaci, e’ altrettanto vero che solo un terzo del colesterolo deriva dalla dieta: ad elevarne i livelli infati sono anche il fumo, il sovrapeso e la mancanza di attività fisica.

Fonte

martedì 17 febbraio 2009

Dieta mediterranea protegge cervello dall’invecchiamento

La dieta mediterranea salva il cervello. Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Archives of neurology, oltre a proteggere da malattie cardiovascolari, tumori e forse anche da asma e allergie, frutta e verdura contribuiscono a prevenire il declino cognitivo. Lo studio della Columbia university di New York ha rilevato che chi segue questo regime alimentare ha minori possibilità di andare incontro a un modesto declino cognitivo, uno stadio tra il normale invecchiamento e la demenza senile. Inoltre, la dieta mediterranea avrebbe anche la capacità di ridurre la possibilità di sviluppare l’Alzheimer in chi già mostra difficoltà cognitive.

Fonte

venerdì 13 febbraio 2009

Il fumo provoca il 70% dei tumori

Non è solo responsabile del carcinoma ai polmoni. Il fumo secondo un o studio dell’università della California (Usa), sarebbe responsabile di oltre il 70% dei tumori maschili. Una cifra molto alta, soprattutto se si pensa che finora si riteneva che le sigarette fossero responsabili solo del 34% dei decessi, tra gli uomini dai 30 ai 74 anni. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica BMC.

Fonte Viversani e Belli

lunedì 9 febbraio 2009

Chirurgia plastica vietata, stop ritocchi seno per minorenni

C’è un limite a tutto: se non alla misura, almeno all’età. L’idea - vietare l’impianto di protesi al seno alle minorenni - è della sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, che ieri, a Milano, ha spiegato di puntare ad un decreto legge che regolamenti la chirurgia estetica. E soprattutto “al primo censimento sulla chirurgia plastica per affrontare un problema clinico come l’esplosione delle richieste delle giovani che vogliono aumentarsi il seno”. La proposta della sottosegretario Martini ha trovato un viatico bipartisan in Alba Parietti: «Il divieto non è sbagliato, perché a quell’età non c’è consapevolezza, ma voglia di emulare. Un minimo di regole si devono dare». E da antesignana del silicone, ha aggiunto: «Io l’ho fatto ripetutamente, ma come scelta matura, per esigenze personali, non per capriccio e con un chirurgo serio». Non s’è nascosta dietro un dito nemmeno la sottosegretario: «Non sono contraria in assoluto agli interventi estetici, ma non mi farei mai ritoccare il seno, o il viso con il filler. E’ intervento da rifare periodicamente, e anche molto lucroso». Dati alla mano - un’indagine Swg presentata ieri a Roma - non è però il seno al top della classifica dei ritocchi femminili, bensì pancia e fianchi (riduzione), quindi gambe (rimodellamento). E infine il seno, di cui si chiede quasi sempre l’aumento. Un vero e proprio boom.

Fonte

mercoledì 4 febbraio 2009

Vegetariani migliori nel sesso rispetto a chi mangia carne

«I vegetariani lo fanno meglio». Secondo un recente studio americano citato dall’associazione ambientalista Peta, chi non mangia carne (come l’attrice Usa Natalie Portman) evita «grassi e colesterolo che portano a problemi cardiaci e rendono malati, obesi e noiosi a letto». La teoria viene anche evidenziata in un loro spot che mostra una bella donna vestita solo di se stessa che si vuole dilettare con dei gambi di broccoli e con della frutta. La voce fuori campo spiega appunto come «alcuni studi dimostrino che i vegetariani fanno meglio il sesso». Vero, falso? Forse un pò tutt’e due. O forse sono le mode. Ma intanto lo spot pubblicitario è stato censurato perchè giudicato troppo esplicito e il network radiotelevisivo americano Nbc ha spiegato che il video presenta “un livello di sessualità sopra i nostri standard”. Il video pubblicitario “Veggie Love” doveva essere messo in onda durante la pausa pubblicitaria del Super Bowl.

Fonte

lunedì 2 febbraio 2009

La Community degli amici dei Ritmi Naturali

Cinque buoni motivi per seguire i propri Ritmi Naturali:

1.
L'energia personale migliora
2.
Le relazioni con le persone si arricchiscono
3.
Le performance sportive si ottimizzano
4.
I risultati lavorativi crescono
5.
L'equilibrio interiore si stabilizza

Entra in Yooblo.com, gli amici dei Ritmi Naturali

Yooblo è una community con persone che amano ottenere il massimo da se stesse rispettando il proprio Bios.
E' un mondo aperto a chi si sente positivo e crede che si possa vivere meglio rispettando prima di tutto i propri Ritmi Naturali e al contempo quelli degli altri.

Gli amici dei Ritmi Naturali trovano

*
Persone speciali per esperienze uniche
*
Tools come il Bio Training, il Bio Status di Team, il Bionet ...
*
Il calcolo dell'affinità biologica

Fonte