sabato 28 novembre 2009

Gli integratori contro la caduta dei capelli

Con gli integratori giusti i capelli splendono L-Cisteina l'integratore che dice "stop" alla caduta dei capelli

La L-Cisteina è uno degli integratori che possiamo usare per proteggere e rinforzare i capelli. Si tratta di un amminoacido presente nel cuoio capelluto. La crescita e la robustezza dei capelli dipendono proprio dalla sua presenza.

Test di laboratorio hanno confermato infatti che una carenza di cisteina porta ad una riduzione della crescita dei capelli e ad un loro indebolimento. Essa è fondamentale per la resistenza "meccanica" dei capelli. Inoltre, la cisteina riduce la tossicità dei metalli pesanti, la fatica durante l'esercizio fisico, l'erosione della cartilagine associata all'invecchiamento.

Si consiglia di assumere 1-2 capsule di integratore cisteina (500mg) al giorno, con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti. La sua assunzione risulta ancor più efficace se si prendono anche zinco e vitamine del gruppo B (una compressa al dì).

Il polifenoli: gli integratori per capelli folti e luminosi

I Polifenoli sono estratti di semi dell'uva o del tè verde, sono sostanze antiossidanti presenti nel regno vegetale. Tra quelli dell'uva, i più efficaci sono la quercitina, la rutina, la catechina e l'epicatechina, quest'ultima è presente anche nel tè verde.

Questi
integratori proteggono il follicolo dall'infiammazione localizzata, stimolano la microcircolazione che promuove l'apporto ai capelli dei nutrienti essenziali, favorendone la crescita e la luminosità. Inoltre, questi integratori contrastano attivamente l'invecchiamento del capello e il diradarsi delle chiome.

Per prolungare la vita dei capelli prendere 1-2 compresse al giorno di integratori a base di polifenoli, il risultato è migliore se associati alla vitamine E. Meglio prenderli lontano dai pasti e con abbondante acqua.

Fonte

lunedì 23 novembre 2009

Sedano e cumino: l’aperitivo della salute


Come si prepara:

Sostanze naturali che nutrono e assieme aiutano la salute: un miraggio estivo? Niente affatto. Basta aprire il frigorifero, miscelare tra loro gli alimenti giusti e si possono ottenere semplici integratori alimentari cui ricorrere quando serve. E ci vuole un attimo. Quando il caldo ci assale un buon rimedio è costituito dal centrifugato di sedano. Possiamo assumerlo una o anche due volte al giorno come aperitivo prima dei pasti principali. Farlo è semplice: procuriamoci due gambi di sedano (preferibilmente bianco) e ricaviamone il succo con una centrifuga. Raccogliamo il liquido in un calice, aggiungiamo il succo di mezzo limone spremuto, e un pizzico di semi di cumino, dal gradevole sapore d’anice.

Possiamo gustare questa bevanda a temperatura ambiente o anche fredda e, se vogliamo, possiamo anche tenerla in freezer per un paio d’ore prima di servirla e utilizzarla come granita o sorbetto: in questo caso, ricordiamoci di mescolare di tanto in tanto l'integratore preparato con un cucchiaio affinché non si solidifichi come un unico blocco di ghiaccio.

...

Fonte

venerdì 20 novembre 2009

Le domande sull’Influenza A. Ecco cosa fare in gravidanza

a cura di Michele Bocci

Fa paura, ma il virus H1N1 è davvero così pericoloso per chi aspetta un bambino? Farmaci e vaccini possono incidere sulla salute del feto? Giovanni Monni, presidente dell'associazione ostetrici e ginecologi ospedalieri italiani (Aogoi) e primario di ostetricia e ginecologia presso l'ospedale Microcitemico di Cagliari, risponde ai lettori

INTERATTIVO: TUTTO SUL VIRUS H1N1


Perché la nuova influenza è pericolosa per le donne che aspettano un figlio?
«Si è visto, soprattutto durante la pandemia negli Usa, che l'H1N1 produce sia un alto tasso di mortalità tra le gestanti che di aborti. Inoltre si tratta di una malattia destinata ad avere una grande diffusione nella popolazione, quindi tra i contagiati rischia di esserci un numero di donne in gravidanza molto maggiore rispetto a quelle colpite da una normale influenza stagionale. I problemi sono provocati prevalentemente dalle citochine, sostanze infiammatorie prodotte dall'influenza che entrano in circolo sia nella donna che, in certi casi, anche nel feto. La reazione del sistema immunitario alla gravidanza tra l'altro non è uguale per tutte. Nella maggior parte dei casi la donna diventa più forte in quei nove mesi ma c'è una quota di gravide che invece si indebolisce. Ovviamente sono queste le persone più a rischio se vengono aggredite dall'H1N1. Devono fare molta attenzione inoltre anche le gestanti che hanno problemi di salute come il diabete o altre patologie croniche o gravi».

...

Fonte

lunedì 16 novembre 2009

Vitamina C: elisir contro la cellulite


Via la cellulite con la vitamina C

L'arrivo di novembre sancisce definitivamente la fine della stagione calda e il ripiegamento della natura su se stessa. La nebbia, l'abbassamento della temperatura e l'umidità che incalza raffreddano corpo e psiche. Anche la salute delle gambe risente del nuovo contesto climatico e gli effetti si vedono soprattutto a livello delle gambe: il freddo rallenta la microcircolazione periferica, i tessuti delle cosce diventano freddi al tatto e molto pallidi, i piedi sono sempre freddi, segno di una scarsa funzionalità del circolo sanguigno. Per ovviare a questa situazione di "blocco" energetico generale, che costituisce l'anticamera per la formazione di cellulite, possiamo ricorrere alla vitamina C.

Le proprietà terapeutiche della vitamina C

Per rinforzare le difese di tutto l'organismo, con beneficio diretto per la salute e la bellezza, l'aiuto ci viene da piante solari ed energetiche, in grado di rifornirci da vitamina C. Questa vitamina svolge un'azione antivirale e antibatterica, stimolando il sistema immunitario, è disintossicante, agisce come antistaminico naturale, favorisce l'assorbimento e l'utilizzazione del ferro e il calcio, migliora il metabolismo del colesterolo. Non è tutto: la vitamina C promuove l'eliminazione dei metalli pesanti tossici che assorbiamo dall'ambiente esterno (come piombo e cadmio), riduce la fragilità capillare e la tendenza alle emorragie e ai problemi vascolari, accelera la cicatrizzazione delle ferite. Infine la vitamina C è necessaria alla produzione di collagene (la proteina che mantiene giovane ed elastica la pelle) e, favorendo nel contempo i processo di drenaggio, rappresenta un ottimo aiuto contro la cellulite. Buone fonti naturali di vitamina C sono gli agrumi (in particolare il limone e le arance), il ribes, la melagrana, il lampone, il peperone verde, il kiwi e la papaia.

...

Fonte

venerdì 13 novembre 2009

Mal di schiena addio con i rimedi naturali


12 NOV 09 - I rimedi naturali, omeopatici e fitoterapici per far fronte a mal di schiena, sciatica e colpo della strega.

I rimedi naturali contro il mal di schiena e la sciatica

Correnti d'aria fredda, umidità e bassa pressione: sono i fattori climatici che caratterizzano il passaggio tra autunno e inverno e che da soli potrebbero spiegare la maggior parte dei malanni (come il mal di schiena) in cui possiamo incappare in questa stagione. I muscoli e le articolazioni sono le strutture del corpo che possono risentirne maggiormente, in quanto sono provvisti di recettori particolarmente sensibili alle variazioni atmosferiche. E così ecco che iniziano a sentirsi sciatica e mal di schiena, disturbi che ci bloccano a letto e ci costringono all'immobilità forzata. La natura ci viene incontro con erbe e rimedi naturali che scaldano e "riparano" le articolazioni, proteggendole da questi fastidiosi mali di stagione.

- Nux Vomica. È il rimedio omeopatico più utile nei dolori lombari. Il dosaggio (5 granuli) può andare dalla 5 CH alla 15 CH ed essere assunto da 2 a 4 volte al giorno a seconda della corrispondenza e della gravità dei sintomi. Se il dolore lombare si irradia anche a una gamba (sciatica) si può associare Colocynthis (9-15). Se però il dolore migliora con il movimento, può essere indicata Ruta graveolens (5 CH).

- Scutellaria (Scutellaria baicalensis). È invece un ottimo rimedio fitoterapico che ha un importante effetto antinfiammatorio e antiossidante. È un'erba di origine orientale le cui radici sono ricche di bioflavonoidi. Si assume sotto forma di estratto secco titolato come baicalina al 18% (90 mg due volte al giorno).

- Apatite. È un rimedio naturale particolarmente indicato per la lombalgia, sciatica, artrosi lombare, artrosi e mal di schiena in generale. Il dosaggio è una fiala (8 DH) alla sera, a giorni alterni. Se è presente artrosi si associa di nuovo feldspato quadratico (8 DH), una fiale tre volte alla settimana).

PRONTO SOCCORSO Quando il mal di schiena "esplode", per i primi due giorni fai prima degli impacchi con la borsa del ghiaccio sul dorso: tolgono tensione e dolore. Subito dopo prendi un asciugamano, imbevilo nell'acqua bollente e applicalo ben disteso sulla schiena: allevia gli spasmi.

Novità naturale per il mal di schiena

La glucosamina è una sostanza ricavata dal guscio dei crostacei e che interviene nel metabolismo delle glicoproteine, che sono molecole fondamentali per la sintesi del tessuto connettivo e per la ricostruzione delle cartilagini articolari. Costituisce un ottimo rimedio naturale per il mal di schiena proprio perché svolge anche una discreta azione antinfiammatoria. Una sua carenza si manifesta con l'intensificarsi dei dolori debilitanti, soprattutto quelli a carico della schiena provocati da una degenerazioni delle cartilagini, nelle artriti e nelle artrosi; in questi casi si può agevolmente intervenire con un'integrazione di glucosamina, che riduce il dolore, disinfiamma l'apparato osteoarticolare e favorisce la veloce ripresa di una vita normale. Il dosaggio nei vari integratori è molto variabile, ma quello ritenuto efficace è pari a 1500 mg al giorno.

L'impacco disinfiammante

Ecco come preparare un impacco disinfiammante per i dolori lombari. Diluisci in mezzo litro d'acqua calda 4 gocce di olio essenziale di camomilla romana, 5 gocce di olio di rosmarino, 5 di olio di lavanda e fai degli impacchi mattina e sera, tenendo il panno sulla schiena finché non si raffredda.

Fonte

martedì 10 novembre 2009

La dieta contro la cellulite e la ritenzione idrica

06 OTT 09 - Acqua, ananas e sedano sono i tre alleati di chi vuole combattere cellulite e ritenzione idrica partendo dalla dieta.

Nella tua dieta contro la cellulite non può mancare... Se la cellulite e la ritenzione idrica sono i tuoi problemi, la tua dieta deve essere molto ricca di liquidi: nell'arco della giornata devi bere più acqua, per arrivare a 1,.5-2 litri al dì, meglio se lontano dai pasti. Inserisci nella dieta ananas fresco (diuretico), spremute d'arancia (ricche di vitamina C che migliora la microcircolazione) e abbondanti quantità di verdure di stagione. Per ottenere risultati ancora migliori dalla dieta, apri sempre i tuoi pasti con un gambo di sedano crudo a tocchetti, condito con un filo d'olio d'oliva extravergine e succo di limone.

Adotta questa dieta per 2-3 giorni a settimana e in un mese vedrai la ritenzione idrica e la cellulite diminuire notevolmente. Per ottenere i migliori risultati dalla dieta, cammina per almeno 30 minuti ogni giorno.

La dieta anti-cellulite: il tuo menu! - Colazione: 1 yogurt naturale intero, 1 caffè d'orzo in tazza grande, 4 biscotti di riso. - Spuntino di metà mattina: 1 fetta di ananas fresco e una tisana di equiseto. - Pranzo: un gambo di sedano condito con olio e succo di limone; 200 g di petto di pollo cotto in padella con abbondante cicorino in insalata; 70 g di pane integrale; una tisana di zenzero. - Merenda: 1 fetta di ananas e una tisana di equiseto. -Cena: un gambo di sedano condito con olio e succo di limone; 200 g di trota al cartoccio con abbondanti verdure e spiedini di patate; una tisana di zenzero.

Fonte

venerdì 6 novembre 2009

La dieta dello sportivo


26 OTT 09 - Chi fa sport deve seguire una dieta adeguata, col giusto apporto di proteine (latte, yogurt, pesce, legumi, ecc.) e acidi grassi essenziali

La dieta per mantenere in forma i muscoli

Dieta e alimentazione sono della massima importanza per chi pratica sport. Per mantenere il perfetto funzionamento delle masse muscolari è sufficiente un apporto medio giornaliero di 1,1-1,5 grammi di proteine per ogni chilogrammo di peso corporeo. Nella dieta di coloro che svolgono sport a livello agonistico, la dose giornaliera consigliata può salire fino a 1,7 grammi. La dieta dello sportivo deve dunque contenere una serie di alimenti proteici poveri di grassi, come: latte scremato, yogurt, carne magra, pesce, legumi (la soia è particolarmente adatta, ma deve essere bio!). Anche per i grassi è necessario evitare eccessi e privilegiare quelli di origine vegetale, come i monoinsaturi dell'olio d'oliva, e gli acidi grassi essenziali del pesce grasso e della frutta secca.

Una dieta-menu ideale per chi fa sport

La dieta-menu che vi proponiamo qui è adatta adatto per una donna che fa un'ora di palestra 2-3 volte a settimana. Questa dieta-menu può essere adottata proprio nei giorni di allenamento

-Colazione: 1 bicchiere di latte intero con 30 g di cereali da colazione e 1 frutto;

-Spuntino di metà mattina: 1 fetta biscottata con 1 cucchiaino di marmellata e 1 tè verde;

-Pranzo: 80 g di riso al pomodoro con un'insalata di radicchio rosso e 40 g di parmigiano reggiano a tocchetti;

-Merenda: 1 frutto di stagione e 1 tisana di zenzero;

-Cena: 200 g di pollo ai ferri e verdure in abbondanza con 70 g di pane integrale. Per finire, mezza porzione di cheesecake ai mirtilli.

Fonte

lunedì 2 novembre 2009

La respirazione è molto importante

Imparare a respirare è una cosa molto importante.

Cheeee? Respirare?? Tutti sono capaci a respirare! Fin dal momento della nascita!

Certo, è vero... ma non tutti hanno imparato a respirare correttamente. La respirazione è alla base della nostra salute fisica e non apporta solo l'ossigeno per le nostre cellule. Nelle antiche tradizioni si dice che la respirazione ci porta energia vitale e ci dà la vita. Infatti noi respiriamo fino alla morte... Quando la vita se ne va dal corpo, noi non respiriamo più. E viceversa.

La respirazione è indispensabile per mantenere un corretto equilibrio a livello fisico, emotivo e mentale. Molti problemi derivano proprio da una povera respirazione... una respirazione limitata e scorretta. Sembra ridicolo, ma è assolutamente vero!

Praticando esercizi di corretta respirazione possiamo accedere a tutta una serie di benefici:



1. Un maggiore livello di energia

2. Meno tensione fisica ed irritabilità

3. Aspetto più rilassato e giovanile

4. Maggiore equilibrio emozionale

5. Chiarezza di pensiero

6. Maggiore facilità di meditazione

...

Fonte