Infarto, è allarme per le donne casi cresciuti del 30% in 5 anni

Sono la prima causa di morte in Italia, ma quello che preoccupa è l'enorme aumento di ricoveri tra la popolazione femminile. I ricercatori: "E' il segno di 40 anni di cambiamenti negli stili di vita: a partire dal fumo, si sono adottati fattori di rischio prima tipici degli uomini"

Il fumo è uno dei fattori di rischio che secondo lo studio ha fatto aumentare le cardiopatie fra le donne italiane ROMA - Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte in Italia, causando ogni anno circa 242mila vittime. A questo dato, confermato al recente congresso europeo di cardiologia di Stoccolma, si aggiunge l'allarme sul boom delle cardiopatie fra le donne, oggetto di uno studio italiano promosso dalla onlus Human health foundation (Hhf) di Spoleto e pubblicato sulla rivista Aging clinical experimental research.

...

Fonte

Commenti