Un aiuto per la memoria? Arriva dal resveratrolo

Il noto antiossidante contenuto nella buccia degli acini d’uva rossa, e in parte nel vino rosso, pare sia anche in grado di far aumentare le prestazioni del cervello, in particolare per quel che riguarda la memoria

Chi non ha mai sentito parlare del resveratrolo? Quasi nessuno, crediamo, perché di questo antiossidante si è detto ormai di tutto: che previene e contrasta l’invecchiamento, promuove la salute cardiovascolare… e, ora, pare che possa anche essere efficace nel migliorare le performance del cervello, in particolare per quanto riguarda la memoria.

Il resveratrolo lo troviamo principalmente nella buccia degli acini d’uva, e in misura minore nel vino rosso (ma quest’ultimo, ahimè, contiene alcol). Per cui, se vogliamo beneficare delle sue proprietà è meglio rivolgersi alla frutta e, visto che parliamo di memoria, dimentichiamoci l’alcol.
E, sempre a proposito di memoria, è l’Osservatorio AIIPA (Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari – Area Integratori Alimentari) a ricordarci di un nuovo studio pubblicato sul Journal of Neuroscience secondo cui il resveratrolo sarebbe in grado di incrementare le performance della memoria negli adulti*.

Continua qui

Commenti