martedì 8 settembre 2015

Un test del Dna ci dirà velocità del nostro invecchiamento

Ricerca del King’s College di Londra. Si cerca parametro utile per scovare rischi di tumori o Alzheimer. Così verrà anche regolata donazione degli organi da parte di soggetti anziani


Con un semplice test del Dna è possibile stabilire l’età biologica del corpo e la velocità dell’invecchiamento, un parametro molto più utile di quella anagrafica per sapere se si è a rischio di patologie come i tumori o l’Alzheimer. A metterlo a punto è stata una ricerca del King’s College di Londra pubblicata da Genome Biology.

Per capire quali siano i geni `sentinella´ dell’invecchiamento i ricercatori sono partiti dall’analisi dei marker nel sangue dell’attività di 54mila geni in una popolazione di persone sane tra 25 e 65 anni, per poi isolare i 150 più predittivi. Il pool trovato è stato poi testato in un gruppo di persone intorno ai 70 anni in Svezia, di cui è stato possibile predire esattamente il rischio di malattia e di morte nei cinque anni successivi.

Continua qui


Problemi di memoria? Non è sempre colpa dell’età

 

 

Nessun commento: