sabato 28 maggio 2016

Nutella, Novi, Rigoni, Valsoia… Confronto delle creme spalmabili al cacao e nocciole su prezzi e ingredienti. Molti gli aspetti critici

nutella bicchiere 2015 
Per dire crema spalmabile si dice Nutella: si tratta di un caso emblematico di identificazione tra leader di mercato e prodotto. Nutella è sicuramente la crema più venduta in Italia anche se sugli scaffali di supermercati e ipermercati si trovano altri vasetti che fanno concorrenza. Pochissimi prodotti però hanno notorietà nazionale e riescono a essere diffusi capillarmente. Per questo, quasi sempre, il concorrente diretto sono le creme alla nocciola che hanno la marca dei supermercati.


Come al solito siamo andati in alcuni punti vendita e abbiamo condotto una rilevazione sui prodotti esposti sugli scaffali facendo un  confronto con la crema della Ferrero. L’indagine è stata effettuata da Carrefour e nei supermercati online Esselungaacasa.it e E-coop.it . Per completezza abbiamo esaminato i due formati principali: il bicchiere da 200 – 270 grammi e il barattolo da 350 – 450 grammi. (Vedi tabelle sotto)
cajita altromercatoNel segmento del bicchiere da 200-270 g solo Carrefour propone una referenza che costa 7,23 €/kg (il 37% in meno di Nutella) tutte le altre marche sono più care con differenze che arrivano sino  al 68%. La Crema Novi è il prodotto più caro con un prezzo al chilo superiore a 19 euro sia da Carrefour sia da Esselunga, mentre da Coop è più conveniente e si compra a 12,30 €/kg, solo l’8% in più rispetto a Nutella. Le altre creme nel bicchiere presentano tutte caratteristiche particolari: c’è il prodotto SZ privo di zucchero, Valsoia che propone un’opzione vegetale e ricca di fibre, nonché due marche a base di ingredienti biologici, Rigoni Nocciolata e Il piccolo Principe.


Nel formato più grande, quello dei barattoli da 350 a 450 g, troviamo diverse marche più convenienti del prodotto leader. Oltre alle tre referenze col nome del supermercato: Esselunga, Carrefour e Coop, anche Dolcrem e Caijta Altro Mercato sono più economiche, con un prezzo inferiore dal 30 al 46% rispetto a Nutella. Rigoni Nocciolata (biologica) invece costa il 22% in più, Valsoia il 74% e Pernigotti l’88%.
carrefour vasetto crema nocciolePer quanto riguarda la lista degli ingredienti, Novi e Pernigotti sono le uniche creme a non avere lo zucchero al primo posto (né altri dolcificanti). Si tratta di un elemento importante per la valutazione qualitativa del prodotto. Crema Novi ha come ingrediente principale le nocciole, con una presenza pari al 45%. Pernigotti ha il “cioccolato alle nocciole gianduia” (42%). Nella Nutella le nocciole sono solo il 13%, così come nelle creme Carrefour, Esselunga e DolCrem. Più alta la percentuale nella Nocciolata Rigoni, Valsoia, SZ e Il Piccolo Principe, anche se i valori risultano sempre inferiori al 20%. Nella crema Pernigotti le nocciole rappresentano complessivamente il 33%.


Il secondo ingrediente della Nutella e di altre otto creme spalmabili è l’olio vegetale, quasi sempre di palma, girasole e colza. Novi usa come grasso solo il pregiato burro di cacao, mentre Pernigotti impiega solo burro di latte anidro. Poi c’è il cacao magro: che pesa il 7,4% nella Nutella e ha un’analoga incidenza nelle creme Valsoia, Esselunga e Carrefour. In altri casi arriva al 10%.
pernigotti gianduia neroIn conclusione possiamo dire che a parte le felici eccezioni di alcune marche che usano burro di cacao o burro e un’elevata quantità di nocciole e si posizionano su un livello qualitativo superiore alla crema Ferrero, negli altri casi i vasetti firmati dalle catene di supermercati e da altri competitor hanno una composizione simile a Nutella, caratterizzata da una forte incidenza dello zucchero, dalla presenza massiccia di olio di palma e da una ridotta percentuale di nocciole.

Continua qui

Nessun commento: