venerdì 29 luglio 2011

Un super-anticorpo contro l'influenza

Apre la strada a future armi per la prevenzione

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Un super-anticorpo e' capace di riconoscere il virus dell'influenza, nonostante questo cambi ''faccia'' ad ogni stagione. Lo ha scoperto, e descritto sulla rivista Science, il gruppo coordinato dall'immunologo Antonio Lanzavecchia, dell'Istituto di Ricerche Biomediche (Irb) di Bellinzona. A breve permettera' di mettere a punto farmaci che aiuteranno a prevenire l'influenza, mentre il 'vaccino universale' e' ancora lontano.

Fonte

lunedì 25 luglio 2011

Al mare, i miracoli (per le ossa) si fanno in acqua

Ecco alcuni esercizi per riabilitare postumi di fratture ed interventi chirurgici sfruttando la riduzione del peso dovuta al galleggiamento / L'ARTICOLO 1

martedì 19 luglio 2011

Aids, speranze per il vaccino dagli anticorpi dei pazienti

Al congresso di Roma le novità della ricerca, ma anche le denunce contro il governo italiano che ha negato i fondi alla lotta alla malattia e contro le aziende farmaceutiche: "Hanno escluso migliaia di sieropositivi dei paesi a medio reddito dagli sconti sui farmaci"

 

ROMA - Le speranze per un vaccino, l'allarme per l'aumento dei prezzi dei farmaci specifici, la protesta contro il governo per la cancellazione dei contributi italiani al fondo globale antiaids. Sono alcuni dei punti salienti 1 delle prime giornate della VI Conferenza mondiale sull'Aids 2, in corso a Roma.

Il vaccino possibile -
Le nuove speranze per la messa a punto di un vaccino per l'hiv arrivano da specifici anticorpi, prodotti dai pazienti, in grado di neutralizzare il virus. Lo ha evidenziato Gary Nabel, direttore del centro di ricerca sui vaccini presso l'istituto nazionale di allergologia e malattie infettive degli Usa (Niaid), intervenendo nel corso della sessione plenaria sulla patogenesi, il trattamento e la prevenzione dell'hiv. Nabel ha parlato di due recenti dati che ridanno ottimismo alla prospettiva di mettere a punto un vaccino per l'Aids.


Continua qui

domenica 17 luglio 2011

Il massaggio è sexy

  • Il massaggio è un modo divertente e coinvolgente per scaldare l'atmosfera ed accendere tutti i sensi
  • Importante è poi variare ed utilizzare più tecniche di massaggio differenti
  • Rilassarsi e sentire piacere allo stesso tempo, questo lo scopo del massaggio sensuale. Facile da imparare e alla portata di tutti, il massaggio è un modo divertente e coinvolgente per scaldare l'atmosfera ed accendere tutti i sensi. Una forma di comunicazione e di gioco nella coppia che consente di stabilire un contatto più intimo con il partner.

    Le regole da seguire sono davvero poche. Basta utilizzare un olio o una crema per massaggi per fare in modo che le mani scivolino più dolcemente sul corpo della persona fortunata. Ottimi sono gli oli profumati come quelli a base di sandalo o ylang ylang.

    Importante è poi variare ed utilizzare più tecniche di massaggio differenti. Iniziando con un massaggio leggero con il palmo delle mani, effettuato con dei movimenti ampi e lunghi sulla pelle, premendo leggermente e delicatamente. Una tecnica particolarmente efficace per i massaggi alla schiena, fondo schiena, natiche e cosce. 


     

sabato 16 luglio 2011

Nel Dna 'interruttore' passione per grassi e alcol


Decide le inclinazioni di un soggetto a tavola


ROMA - Scoperto nel Dna degli europei un 'interruttore genetico' che accende la passione per grassi e alcolici. E' quanto dimostra una ricerca pubblicata sul Journal of Neuropsychopharmocology da Alasdair MacKenzie, dell'università di Aberdeen in Scozia. L"interruttore geneticò della golosità, dunque, decide le inclinazioni di un soggetto a tavola, inducendo a mangiare molti cibi ricchi di grassi e a bere alcolici. L'interruttore funziona regolando attivazione o spegnimento del gene 'Galanina' che lavora nel centro dell'appetito, l'ipotalamo.

Continua qui

mercoledì 13 luglio 2011

Benessere fisico o mentale

La nostra condizione ottimale dipende da fattori diversi e se è vero che corpo e mente sono interdipendenti è anche vero che questo legame non è uguale per tutti: c'è chi è condizionato di più dai malanni fisici e chi invece maggormente somatizza i malumori. Ecco dieci domande rilevatrici per scoprire a quale categoria apparteniamo

Test a cura di MAURIZIO BRASINI - Psiconet 1

Continua qui

martedì 5 luglio 2011

In forma sotto l'ombrellone: 10 diete per l'estate

Frutta, verdura e un po' di movimento. Basta seguire un regime calorico controllato per non ingrassare. E durante l'estate è più facile. "Le calorie da consumare - dice Giancarlo Sandri, responsabile dell'unità operativa di nutrizione clinica al Sant'Eugenio di Roma - dipendono dalla costituzione e dall'altezza. In generale, il consumo medio dovrebbe essere intorno alle 2000 al giorno, di cui 1200 dai carboidrati complessi, 400 dalle proteine, 300 dai grassi e 100 o comunque una piccola quantità dai carboidrati semplici, cioè i dolci. Le proteine devono costituire il 10-15% del fabbisogno calorico giornaliero, i carboidrati il 60%, i grassi (fra cui il migliore è l'olio d'oliva) il 10%". Ecco 10 diete "estive", della media di 1200 calorie l'una, suggerite da Raffaella Govoni, nutrizionista del Centro italiano di chirurgia estetica

di SARA FICOCELLI

Continua qui