mercoledì 30 giugno 2010

Colori e calorie della frutta che abbronza

Meglio scegliere frutta e verdura a buccia gialla. Nutre, disseta, reintegra i sali minerali persi con il sudore, rifornisce di vitamine, mantiene in efficienza l’apparato intestinale con il proprio apporto di fibre e contrasta i radicali liberi prodotti nell’organismo dall’esposizione al sole. Ma il vero segreto di questi cibi è la vitamina A. Questa favorisce la produzione nell’epidermide di melanina, il pigmento che dona la classica tintarella 'scura' alla pelle. Ecco la top ten, stilata da Coldiretti, della frutta che abbronza

La fotogalleria

Con l'estate tornano le zanzare come combattere il 'nemico'

La Tigre di giorno, la Culex di notte: è iniziata la battaglia contro l'animale più fastidioso della stagione. Le armi, chimiche e naturali, a nostra disposizione sono sempre più sofisticate. Dalla prevenzione con retine, piante e stick alle creme lenitive
 

domenica 27 giugno 2010

Contro lo stress, una bella fetta di melone

Gli antiossidanti del dolce ortaggio combattono lo stress

 

Be’, l’estate è proprio la stagione giusta per gustarsi un buon melone dolce e succoso. C’è chi lo accompagna con fette di prosciutto crudo e chi lo gusta insieme ad altre verdure o frutta. A ogni modo, qualunque siano i vostri gusti sappiate che con il melone non soddisfate solo il palato, ma vi proteggete dallo stress.A sostenerlo sono i ricercatori dell’Istituto Nazionale Francese per la ricerca agricola (INRA) coordinati dal dottor Jean-Paul Lallès. 

...

sabato 26 giugno 2010

Che rapporto hai con la bilancia?

C'è chi guarda la bilancia con angoscia, riconoscendo il lei un nemico invincibile. E vive il cibo come una droga senza cui non si può vivere. C'è chi invece mangia solo per nutrirsi e chi, infine, naviga a vista per raggiungere il peso forma. Dieci domande svelano il tuo rapporto con la dieta (test a cura della psicologa Brunella Gasperini)

...

Fonte 

martedì 22 giugno 2010

Quattro noci per il cuore

Consumare un po’ di frutta secca ogni giorno (ma non troppa) aiuta a proteggere da infarto e ictus


MILANO -
Aggiungere circa 60 grammi di noci e altra frutta secca simile, come pistacchi, mandorle e nocciole, può rappresentare un sensibile aiuto al contenimento del colesterolo e in generale dei grassi circolanti nel sangue, uno degli elementi cardine della prevenzione cardiovascolare. La conferma proviene da una ricerca pubblicata sulla rivista Archives of Internal Medicine da parte di alcuni studiosi spagnoli. Finora sono oltre 20 gli studi clinici realizzati per cercare di capire meglio l’azione positiva che la frutta secca ha sulla quantità e la qualità di grassi nel sangue, e questa nuova indagine è stata realizzata proprio mettendo insieme i risultati di tutti questi studi, per cercare di arrivare a una conclusione affidabile.

...

Fonte

 

giovedì 17 giugno 2010

Si studia la dieta dei CRONisti per vivere più a lungo

Longevità

In tremila nel mondo seguono la teoria della «restrizione calorica» per allungarsi la vita. Un ricercatore italiano si è messo sulle tracce del loro segreto
.


MILANO -
Sono almeno in tremila, sparsi in tutto il mondo. Mangiano chili di vegetali ogni giorno. Fanno la guerra alle calorie. Non toccano un dolce. La pancia, non sanno nemmeno che cosa sia. Fanno camminate a non finire. Per lo più sono magrissimi e stanno benissimo: niente fame, cervello sveglio e memoria di ferro anche a 80 anni. Longevità, sperano, oltre i 100 anni. Si autodefiniscono CRONisti.

...

Fonte

lunedì 14 giugno 2010

Pomodoro al licopene contro vecchiaia e tumori

Arriva in Lombardia il «superpomodoro» al licopene, un carotenoide utile per contrastare invecchiamento e tumori. La nuova varietà, che non è un Ogm, sarà da quest’anno una delle specialità del consozio Casalasco, che raggruppa oltre 300 agricoltori delle province di Mantova, Cremona e Parma.

«Con l’aggiunta di questa varietà alzeremo in modo naturale il contenuto di licopene già presente nei nostri prodotti», ha spiegato Paolo Voltini, 38 anni, Presidente del consorzio che ogni anno trasforma 330mila tonnellate di pomodoro e che rappresenta quasi il 60 per cento (oltre 4.500 ettari) del totale dei terreni lombardi (7.600 ettari) dedicati a questa coltura.

Il licopene è una sostanza che svolge un’azione antiossidante superiore al betacarotene: da un numero sempre maggiore di studi sta emergendo come sia in grado di comportare una serie di benefici per la salute, aiutando a prevenire alcuni tipi di tumore e malattie cardiovascolari e ritardando l’invecchiamento delle cellule del corpo.

...

Fonte

sabato 12 giugno 2010

Il judo stende la depressione, 10 sport per curarsi

di Irma D'Aria

La conferma arriva anche dall’ultimo congresso dell’ American college of sport medicine svoltosi proprio nei giorni scorsi nel Maryland. Fare esercizio fisico equivale a un investimento a lungo termine che ci garantisce una buona salute. I ricercatori hanno dimostrato che lo sport ha un ruolo determinante nella prevenzione e nella cura di oltre 40 malattie croniche come l’obesità, le malattie cardiovascolari e quelle osteoarticolari. Ecco i consigli di Vincenzo Ieracitano, medico della Federazione medico sportiva italiana

Fonte

venerdì 11 giugno 2010

Tanta acqua, cibi leggeri e filtri solari Consigli per difendersi dal caldo

di Erika Tomasicchio
Archiviato il clima mite delle scorse settimane, è arrivata la prima ondata di caldo della stagione, con temperature che supereranno i 30 gradi su gran parte dell'Italia. Il caldo durerà 6-7 giorni. Intanto però, ecco alcune semplici precauzioni da adottare, suggerite dal ministero della Salute

I più esposti sono anziani e bambini. Ma nelle giornate di forte caldo anche chi è afflitto da patologie croniche e respiratorie deve proteggersi dagli effetti dell’afa. Archiviato il clima mite delle scorse settimane, è attesa per domani la prima ondata di caldo della stagione, con temperature che supereranno i 30 gradi su gran parte dell'Italia, con picchi di 37-38 gradi in alcune zone. Il caldo durerà 6-7 giorni. Intanto però, ecco alcune semplici precauzioni da adottare, suggerite dal ministero della Salute.

...

Fonte

lunedì 7 giugno 2010

I cibi contro il tumore alla prostata

Si accumulano dati a favore di soia, tè verde, melagrana. Servono però maggiori certezze da studi ampi


MILANO -
Se ne parla tanto, ci sono buone probabilità che funzionino, ma ancora non abbiamo certezze granitiche sulla loro efficacia. Così gli esperti statunitensi del sito Urotoday hanno da poco riassunto ciò che si sa dei nutriceutici, ovvero di tutti quei cibi e nutrienti che di volta in volta vengono magnificati come anti-cancro, per la prevenzione e la cura del tumore alla prostata.

...

Fonte

domenica 6 giugno 2010

Bere tanta acqua fa miracoli

Non è una novità che bere molta acqua sia importante: bisognerebbe assumerne almeno 2,5 litri al giorno perché mantiene il corpo idratato, lubrifica le giunture ed elimina le tossine dal nostro corpo. Ma ammettiamolo: quanti di noi bevono davvero i due litri di acqua giornalieri raccomandati da tutti gli esperti? Magari non ci pensiamo, oppure la consideriamo una cosa inutile e una perdita di tempo: dovremmo però farci più attenzione, perché l’acqua può aiutare a perdere i chili di troppo e a tenere sotto controllo il peso. Sembra una delle solite ricerche campate per aria, ma in realtà è proprio così: scopriamo insieme perché.

Attraverso le urine e il sudore perdiamo circa 2,5 litri di acqua al giorno: per questo è importante reintegrarli attraverso l’assunzione di una quantità equivalente o maggiore di fluidi, altrimenti si va incontro ad una serie di inconvenienti causati dalla reazione del corpo alla mancanza d’acqua. Innanzitutto ci si disidrata, in secondo luogo il metabolismo si blocca e la perdita di peso si arresta.

...

Fonte

giovedì 3 giugno 2010

Cancro al seno, funziona il vaccino Dall’anno prossimo test sull’uomo

Una proteina può vincere il tumore della mammella. Lo studio pubblicato su Nature Medicine ha dimostrato che la somministrazione della 'alfa-lattoalbumina' è in grado di attivare la risposta immunitaria contro le cellule cancerose. Fino ad adesso gli unici vaccini antitumorali funzionavano contro virus esterni al corpo e non contro la malattia vera e propria

Il vaccino contro il cancro al seno sembra funzionare. Almeno fa effetto sui topi da laboratorio. Il siero sperimentato dalla Cleveland Clinic Learner Research Institute ha infatti evitato la malattia alle cavie, nonostante queste avessero una predisposizione genetica al carcinoma della mammella. Ottimista l’autore dello studio Vincent Tuohy: “Crediamo che questo vaccino un giorno si userà per prevenire il cancro al seno nelle donne adulte. Ma va detto che bisognerà aspettare anni, il tempo insomma che la sperimentazione venga condotta anche sull’uomo”.


...

Fonte