Consigli per curare e pulire i reni

La verità è che non esiste un modo per sapere se i reni hanno bisogno di essere puliti, però le persone che si sono sottoposte ad un trattamento per pulire questo importante organo assicurano che si sentono molto meglio alla fine dello stesso.
Quando si realizza un trattamento di pulizia o disintossicazione dei reni, di solito, cessano i fastidi precedentemente presenti, ovvero mal di testa molto forti, fatica, dolori addominali e alcuni problemi alla pelle.  
Bisogna considerare, però, che alcune persone percepiscono una debolezza e un mal di testa molto forti durante il processo di disintossicazione; nonostante ciò, non dovete scoraggiarvi e soprattutto non dovete sospendere il trattamento, poiché questi sintomi sono normali e  molto comuni quando si effettuano tali tipologie di terapie disintossicanti.
   
Come sapere se avete bisogno di pulire i reni?

È naturale se desiderate sapere se avete bisogno di un trattamento del genere, dato che non esiste un procedimento per mezzo del quale si possa affermare se i reni abbiano bisogno di essere puliti o meno. Per questo motivo, potete fare attenzione ad alcuni segnali che possono aiutarvi a capire se soffrite di qualche problema che richieda un trattamento di questo tipo.
Avere calcoli renali, soffrire di ritenzione idrica, infezioni renali o diabete di tipo 2, sono alcune condizioni per cui pulire i reni è altamente consigliato.

Una pulizia dei reni deve essere effettuata in seguito alla raccomandazione e sotto la supervisione dello specialista, il quale, generalmente, consiglia di bere molti liquidi, soprattutto acqua, dato che aiutano ad eliminare i residui tossici depositati nei nostri reni; in questo modo il corretto funzionamento del nostro organismo è garantito. La quantità ideale sarebbe di due litri al giorno.

Affinché la pulizia sia completa e ottenere i migliori risultati, dovete seguire una dieta povera di proteine, smettendo di assumere tutti i latticini, oltre che pollo, pesce e frutti di mare.

Altrettanto importante è evitare la caffeina, il cioccolato e tutti quegli alimenti che aumentano l’ossolato di calcio o acido urico nei reni, il quale provoca la formazione dei calcoli renali.

Continua qui

Commenti