domenica 31 agosto 2014

Salute a suon di bacche, e non solo!

Dalla Mongolia arrivano queste bacche dal caratteristico colore rosso vivo i cui effetti sul corpo sono semplicemente stupefacenti.


Si va diffondendo sempre più nel mondo il consumo di bacche di Goji, piccoli frutti dal colore rosso brillante ed il cui contenuto nutrizionale è assolutamente unico per tutta una serie di fattori.

Continua qui

Bacche di Goji: proprietà e benefici

 

 

giovedì 28 agosto 2014

Quando il diabete è causato dalle pentole per cucinare

L’esposizione alle tossine trovate nelle pentole antiaderenti potrebbe portare a sviluppare il diabete di tipo 2, suggerisce un nuovo studio condotto dai ricercatori della Divisione di Medicina del Lavoro e Ambientale presso l’Università di Uppsala. Anche altri prodotti sul banco degli imputati

C’è un collegamento tra il diabete, le pentole antiaderenti e altri prodotti. Collegamento favorito da un’esposizione a sostanze come i perfluorurati (PFC), utilizzati non solo nelle pentole antiaderenti ma anche in molti altri prodotti industriali e di uso comune come, per esempio, schiume antincendio, grasso e materiali idrorepellenti, materiali a contatto con alimenti, sciolina e tessuti in GoreTex.
Continua qui

Rientrare dalle ferie

Se avete passato un paio di settimane, o anche soltanto pochi giorni, in ferie, potrebbe essere dura ricominciare la solita routine. Dopo aver camminato scalzi sulla spiaggia, aver dormito e mangiato agli orari che preferivate, e soprattutto NON aver lavorato, la voglia di tornare alla propria vita non è molto allettante. Diciamo pure che è dura. Ecco quindi qualche consiglio su come affrontare al meglio il rientro dalle ferie.

1) Prendetevi del tempo per voi
Non fissate appuntamenti importanti, di lavoro o legati alla famiglia, nei primi giorni di rientro. Al contrario prendetevi del tempo per scaricare la posta, fare le lavatrici, sistemare la casa, ecc. In particolare sarebbe ottimale riuscire a ritagliarsi una mezza giornata libera anche solo per riprendere le fila. E se non è tutto perfetto e in ordine… siate indulgenti con voi stessi!

2) A cena fuori
Siccome spesso al rientro da un periodo fuori casa, il frigo è pressoché vuoto, anziché stressarsi a cercare subito il supermercato più vicino, prenotate la pizzeria più buona della vostra città, meglio se fosse all’aperto, in campagna o subito fuori dal centro, per una serata ancora rilassata. La spesa potremo farla domani, anche via internet dall’ufficio!

3) La To-do list
Può sembrare inutile, o un metodo superato, ma mettere nero su bianco le cose da fare, può aiutare a fare chiarezza su cio’ che ci aspetta. Per prima cosa buttiamo giù tutte le idee che ci vengono in mente, anche a caso. Poi riordiniamola secondo dei criteri (urgente/importante/rimandabile) e piano piano procediamo a barrare le voci.

4) Concediamoci qualche piccolo “vizio”
Che sia il gelato dopo cena, magari sforzandosi di andare a piedi alla gelateria più vicina, oppure la bibita fresca sorseggiata in terrazza all’ora del tramonto, con un bel sottofondo musicale… concediamoci 10 minuti per una piccola coccola golosa.

5) Prendiamoci cura del nostro corpo
Ora che il nostro corpo è abbronzato, rilassato, magari anche più tonico, prendiamoci cura di lui. Lunghi massaggi con creme idratanti dopo la doccia, scrub quando l’abbronzatura comincerà a venire via lasciando inestetiche chiazze, un nuovo taglio di capelli con tanto di maschera ristrutturante, una bella manicure (che sulla mano ancora abbronzata sta benissimo!). Qualsiasi cosa purchè ci faccia restare addosso un senso di piacevolezza.

Continua qui

martedì 26 agosto 2014

Ginnastica a casa: 8 esercizi per mantenere la forma

Al rientro, attenzione a non disperdere tutti i benefici della vacanza. In proposito, Ivan Iaia, personal trainer di Individual Training Milano ci spiega come.

Dopo un periodo trascorso all'aria aperta e, speriamo, in gran attività fisica, sarebbe un peccato lasciarsi andare alla solita vita senza movimento. Per spronarvi all'azione, per voi un tutorial fotografico/sportivo

Al mare avete nuotato per ore, in montagna fatto escursioni e passeggiate, gran pedalate in mountain-bike. E ancora, chilometri di jogging, partite infinite di tennis e di golf. Risultato? Un fisico rimodellato che vi rende orgogliose. Per non disperdere in un batter d'occhio la “buona forma” ritrovata in vacanza, e mantenere muscoli il più possibile tonici, abbiamo pensato di proporvi alcuni esercizi mirati a gambe, addominali e braccia. La consulenza “ginnica” è di Ivan Iaia, personal trainer di Individual Training Milano.

Continua qui 

lunedì 25 agosto 2014

Via la bilancia: 200 calorie a colpo d'occhio

Via la bilancia: 200 calorie a colpo d'occhio  

Alcuni cibi sono significativamente più calorici di altri: un intero piatto di broccoli contiene lo stesso numero di calorie di un piccolo cucchiaio di burro di arachidi, o di un pugno di smarties. Ecco come misurare 'a occhio' 200 calorie.

Continua qui

Come ci vede il sole

Come siamo allo specchio lo sappiamo tutti. Ma come ci vede il sole? Il fotografo americano Thomas Leveritt ha mostrato concretamente l'impatto dei raggi UV sul volto umano, servendosi di un filtro capace di captare la luce nella lunghezza d'onda di 330–380 nanometri.

Il video

sabato 23 agosto 2014

Pericolo: pressione alta

Nella società odierna tanti sono i motivi che causano l'ipertensione, lo stress del lavoro, le preoccupazioni economiche e, da non trascurare, le cattive abitudini a tavola che ci fanno assumere troppo sale, una della cause primarie di irrigidimento della pareti delle arterie con conseguente aumento della pressione sanguigna.

Buonissimo ha voluto stilare una classifica di alimenti ad alto contenuto di sale il cui consumo dovrebbe essere limitato al massimo, o riservato solo a determinate occasioni.

La pressione alta, denominata anche ipertensione, è uno dei fattori di maggior rischio per la nostra salute.

Quasi 1/3 della popolazione mondiale soffre infatti di valori arteriosi troppo elevati, un rischio per il benessere generale e un aumento di lavoro che stressa il nostro cuore.

Anche attraverso un'alimentazione corretta possiamo evitare almeno una delle cause di questa sintomatologia.

Gli studi hanno più volte confermato che uno degli alimenti maggiormente responsabile dell’aumento della pressione è il sale.

L’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, valuta infatti come quantità giornaliera più che sufficiente il sale presente normalmente nei cibi, senza necessità quindi di integrarlo ulteriormente.

Il consumo normale medio deve infatti rimanere sotto i 5 grammi al giorno, mentre la media italiana supera allegramente i 10 grammi.

Continua qui

giovedì 21 agosto 2014

Overdose di mercurio con il pesce

I ricercatori scoprono che non solo mangiare certi tipi di pesce espone all’elevato rischio di assorbire grandi e pericolose quantità di mercurio, ma anche la provenienza geografica è fondamentale. Il metilmercurio è un metallo pesante che può causare nelle persone tutta una serie di seri problemi di salute.



Il problema mercurio (o metilmercurio) nei prodotti ittici è annoso. Si è parlato della sua presenza fin dagli anni Cinquanta e, da quest’epoca in poi, si alternano i pareri ora positivi ora negativi riguardo alla sicurezza circa il consumo di pesce e altri prodotti del mare.
Che l’assorbimento cronico del metilmercurio sia dannoso per l’organismo è tuttavia un dato di fatto. Tra i sintomi più comuni di questo troviamo alterazioni della funzionalità renale, così come della memoria e anche problemi motori, della coordinazione eccetera.

Le indagini relative alla presenza di mercurio nel pesce e altri prodotti ittici hanno nel tempo permesso di identificare specie e luoghi di provenienza che possono esporre, di più o di meno, i consumatori al rischio. Tuttavia, non sempre le etichette dei prodotti di mare consentono alle persone di scegliere con relativa sicurezza il prodotto più salubre.Queste le conclusioni di un nuovo studio dell’Università delle Hawaii a Mānoa che mostra come il pesce di una stessa specie, ma di diversa provenienza, possa essere un pericolo per i consumatori. Secondo gli scienziati, il rischio più comune è che una stessa specie di pesce possa appunto avere una diversa provenienza geografica, e questo non è indicato sull’etichetta della confezione.

Continua qui

mercoledì 20 agosto 2014

Lo yoga migliora le prestazioni cognitive negli adulti

La pratica dell’hatha yoga aiuta a migliorare le funzioni cerebrali e le capacità cognitive negli adulti di mezza età e più anziani. Lo studio

La nota prof.ssa Neha Gothe della Wayne State University, ed esperta di yoga, ha di recente condotto uno studio in cui si è dimostrato come praticare l’hatha yoga aiuti a migliorare le funzioni cerebrali e le capacità cognitive negli adulti di mezza età e più anziani.
Gothe, insieme al professor Edward McAuley dell’Università dell’Illinois, ha reclutato 108 adulti di età compresa tra i 55 e i 79 anni. Dopo di che hanno suddiviso a caso i partecipanti in due gruppi: 61 hanno frequentato lezioni di hatha yoga tre volte alla settimana per otto settimane, mentre i restanti hanno partecipato, per lo stesso tempo e durata, a sessioni di stretching ed esercizi di tonificazione.

Continua qui

martedì 19 agosto 2014

PANE – Nei supermercati arriva dai paesi dell’est


QUASI UN QUARTO DEL PANE CONFEZIONATO VENDUTO NEI SUPERMERCATI ITALIANI PROVIENE DAI PAESI DELL’EST.
Qualcuno lo prepara in casa, altri si rivolgono al panettiere di fiducia, in tantissimi lo acquistano al supermercato. Nei punti vendita della grande distribuzione il prezzo del pane è infatti inferiore rispetto a quello dei panini artigianali che si trovano nelle panetterie.Ma a cosa è dovuta questa differenza (in molti casi considerevole) di costo? Quasi un quarto del pane confezionato venduto nei supermercati italiani proviene dai Paesi dell’est ed in particolare dalla Romania. Essendo preimpastati e surgelati, i panini rumeni costano meno della metà di quelli nostrani e durano di più, anche fino a due anni. È sufficiente una rapida cottura e il pane precotto è pronto per essere mangiato.

A FAR LUCE SUL FENOMENO DELLO SFILATINO MADE IN ROMANIA. E’ un’inchiesta realizzata da La Repubblica che rivela che il pane (soprattutto baguette) prodotto in Romania e altri paesi dell’Est (Bulgaria, Ungheria, Moldavia) non supera i due euro al chilo: meno della metà di quello in vendita nei nostri panifici (4-5 euro).Ogni anno vengono prodotti 4 milioni di chili di pane surgelato a lunghissima conservazione (24 mesi) nella sola Romania. Qui il fabbisogno nazionale è basso e quindi più della metà del pane prodotto viene esportato, in particolare in Italia. E in tempi di crisi, il pane rumeno venduto a prezzi altamente concorrenziali viene acquistato da molti cittadini italiani.Quali sono però le conseguenze di questa tendenza? Il problema è che in Italia non c’è l’obbligo di scrivere sull’etichetta la provenienza del prodotto pane; il consumatore non sa dunque che quello che compra non è un prodotto italiano.
 Continua qui 

lunedì 18 agosto 2014

Trappola per zanzare: eccone una che funziona!


Lo dico subito: questa trappola mette k.o. le zanzare, nel senso che le elimina dalla circolazione. A chi dispiace ammazzarle consiglio quindi di non continuare a leggere il post… per non cadere in “tentazione” quando insistono nel ronzare vicino l’orecchio!!!

trappola zanzare

Occorre una comune bottiglia di plastica da tagliare in due parti, quella superiore va capovolta all’interno dell’altra metà della bottiglia, facendo attenzione che l’imbuto non tocchi il fondo (deve esserci una distanza di circa 5/10 cm) e poi si fissa il tutto con del nastro isolante.

Nel recipiente creato va versata una soluzione di mezzo litro di acqua a temperatura ambiente, 200 grammi di zucchero e un grammo di panetto di lievito di birra (si acquista nei supermercati, di solito è nel banco frigo dello yogurt).

Infine, la bottiglia-trappola va rivestita con della plastica o del tessuto di colore scuro, e messa in un posto strategico sul balcone. Le zanzare saranno attratte dall’anidride carbonica sprigionata dalla soluzione e cadranno all’interno dell’imbuto.
Il preparato va svuotato e cambiato ogni due settimane, avendo l’accortezza di controllare il livello dell’acqua.

Anna Simone

Oltre un milione e mezzo di morti l’anno a causa del sale

Una nuova stima pubblicata sul New England Journal of Medicine rivela che, ogni anno, muoiono 1,65 milioni di persone per eventi cardiovascolari legati al consumo di sodio nella propria dieta


14/08/2014
Sale il consumo di sale. Il gioco di parole è voluto; gli oltre 1 milione e mezzo di morti l’anno dovuti a eventi cardiovascolari legati al consumo di sale, non lo sarebbero. Ma così è.
Ecco quanto rivela una nuova analisi appena pubblicata sul New England Journal of Medicine in cui si scopre che il consumo globale di cloruro di sodio è superiore alla raccomandazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di 2,0 g (2.000 mg) al giorno.
L’indagine è stata condotta analizzando le abitudini alimentari di 187 Paesi.

Continua qui

venerdì 15 agosto 2014

La dieta dell’anguria, ti sgonfi e perdi peso in una settimana

dieta dell'anguria

Durante l’estate, complici anche le ferie, si ha voglia di sfoggiare un fisico tonico ed asciutto. Quando si desidera sgonfiarsi e perdere qualche chilo di troppo, si può provare la dieta dell’anguria; questo è un regime alimentare da seguire per una settimana che non è adatto a chi soffre di malattie o intolleranze. Inoltre, prima
Durante l’estate, complici anche le ferie, si ha voglia di sfoggiare un fisico tonico ed asciutto. Quando si desidera sgonfiarsi e perdere qualche chilo di troppo, si può provare la dieta dell’anguria; questo è un regime alimentare da seguire per una settimana che non è adatto a chi soffre di malattie o intolleranze. Inoltre, prima di intraprendere qualsiasi dieta è necessario rivolgersi ad uno medico specializzato che stabilisca quanti siano i chili da smaltire.
La dieta dell’anguria è incentrata sulle proprietà di questo frutto che, oltre ad essere molto goloso, è saziante, diuretico e dissetante. L’anguria vanta percentuali altissime di acqua mentre ha pochissime calorie; infatti, ogni 100 grammi sviluppa circa 13 calorie. E’ dolce, per via di particolari sostanze, ricca di antiossidanti e di vitamine quelle del gruppo B, la vitamina A e la C. L’anguria è molto saziante ed è quindi utile per controllare la fame e, se consumata prima dei pasti aiuta a mangiare meno.
Questo regime, oltre a far dimagrire, è un valido aiuto contro la cellulite, i gonfiori e la ritenzione idrica.

Continua qui

giovedì 14 agosto 2014

Navigare su Internet migliora la memoria e previene il declino cognitivo

Le persone adulte e anziane che navigano su Internet pare siano più avvantaggiate nell’utilizzare in modo efficace la memoria, che ne beneficia di un miglioramento. L’attività digitale sarebbe utile anche per prevenire la demenza

Tra i diversi modi per migliorare la memoria pare ci sia anche il semplice navigare su Internet. E a beneficiarne maggiormente sarebbero le persone di mezza età e anziane che, spesso, sono poco alfabetizzate per quel che riguarda la cultura digitale.
Il vantaggio per la memoria, secondo un nuovo studio, deriva dalla promozione della capacità di impegnarsi, pianificare ed eseguire azioni digitali che questa attività richiede.

Lo studio, pubblicato sul The Journals of Gerontology, ha mostrato che l’alfabetizzazione digitale ha aumentato la provvista cognitiva del cervello o favorisce l’impiego di reti cognitive più efficaci atte a ritardare il declino cognitivo.
Gli autori hanno affermato che i Paesi in cui sono stati attuati interventi di politica in materia di miglioramento della DL (Digital Literacy) possono aspettarsi nei prossimi decenni tassi di incidenza più bassi per la demenza.
Continua qui 

martedì 12 agosto 2014

Braccialetti con elastici: possono essere cancerogeni

I braccialetti chiamati "loom bands" fatti con gli elastici intrecciati, e che vanno tanto di moda quest’anno, pare siano oggetto di preoccupazione a causa delle sostanze che li compongono, i ftalati, che sarebbero potenzialmente cancerogeni


I cosiddetti “loom bands”, ossia i braccialetti con gli elastici che vengono intrecciati con una specie di uncinetto sono i must have dell’estate 2014, ma non sarebbero amici della salute. Secondo infatti una nuova ricerca, l’alto contenuto di ftalati ne farebbero un rischio per il cancro.

Ad aver sollevatole preoccupazioni per la salute di chi indossa questo tipo di braccialetti è stato il The Assay Office Birmingham, un laboratorio britannico che si occupa di eseguire test sulla sicurezza di gioielli e bigiotteria. Nell’appunto analizzate gli elastici utilizzati per creare questi braccialetti intrecciati, si è scoperto che in alcuni kit in commercio questi elastici sono ricchi di ftalati, che possono essere assorbiti dal corpo attraverso la pelle – specie durante la stagione calda, quando si suda di più.
Gli ftalati sono un composto chimico già sospettato di essere un agente cancerogeno, e sono noti per disturbare il sistema endocrino, come mostrato da diversi studi sia su animali che nell’uomo.

Continua qui

domenica 10 agosto 2014

Viagra per donne, in vendita dal 2015 la pillola blu per "lei" che aiuta anche a dimagrire

Donne, è in arrivo il Viagra rosa. La versione femminile della pillola dell'amore potrebbe arrivare sul mercato entro il 2015, per poter aiutare tutte le donne a perdere i chili in eccesso e per dimagrire.

 

Non è ancora pronto, ma entro il 2015 dovrebbe arrivare sul mercato. Sto parlando del Viagra rosa, la versione tutta al femminile della celebre pillola blu dell'amore destinata all'universo maschile. Entro la fine dell'anno prossimo, dunque, potrebbe arrivare quello che è già stato ribattezzato il Viagra rosa che, oltre a funzionare come equivalente femminile di quello blu, darà una mano alle donne a dimagrire e di perdere peso.

 

Continua qui

venerdì 8 agosto 2014

E’ confermato: una carenza di vitamina D aumenta più del doppio il rischio di demenza

La carenza di vitamina D è stata definitivamente associata a un sostanziale aumento del rischio di demenza e malattia di Alzheimer nelle persone anziane. I risultato del più grande studio di questo genere.


E’ tempo di vacanze e possibilità di stare all’aperto e al Sole. Approfittiamone dunque, perché è proprio esponendosi alla luce solare che possiamo sintetizzare una preziosa vitamina quale è la vitamina D.Preziosa per molte funzioni dell’organismo, se carente, questa vitamina oggi è stata definitivamente associata a un sostanziale aumento del rischio di sviluppare la demenza o la temuta malattia di Alzheimer.

Continua qui

mercoledì 6 agosto 2014

Ebola, cresce la paura. Oggi riunione dell'Oms

Nessun caso accertato fuori dall'Africa, ma l'allarme è alto in tutto il mondo. Risultati incoraggianti dal siero utilizzato sui due cittadini statunitensi contagiati dal virus in Liberia. Appello dei tre maggiori esperti: sia messo a disposizione delle popolazioni colpite. L'epidemia ha provocato quasi 900 vittime. Il governo della Sierra Leone schiera i militari per far rispettare la quarantena

ROMA - Contagi confermati al di fuori dell'Africa non ce ne sono, ma la paura per l'epidemia di ebola cresce in tutto il mondo, con ricoveri per sospetti casi negli Stati Uniti e in Arabia Saudita e un numero sempre maggiore di compagnie aeree che si rifiutano di volare nelle zone colpite. Dopo la decisione della Banca Mondiale di stanziare 200 milioni di dollari per aiutare i Paesi che stanno fronteggiando l'epidemia, la 'parola' torna all'Organizzazione mondiale per la sanità (Oms): il Comitato di Emergenza che si riunisce a Ginevra deve stabilire in primo luogo se inserire la malattia nella lista delle "emergenza di salute pubblica di livello internazionale". Lo status finora è stato adottato solo per la pandemia del 2009 dell'influenza A, la cosiddetta 'suina', e poche settimane fa per la polio. "Se il comitato riterrà necessario dichiararlo - spiega il comunicato - saranno raccomandate misure aggiuntive per ridurre i rischi".

Continua qui 

domenica 3 agosto 2014

Meteo bambini: come evitare i malanni estivi

Qualche dritta per evitare fastidiosi malanni stagionali ai vostri bambini

 

 
Le condizioni ambientali possono rovinare una vacanza al mare con i vostri bambini?
Certamente si. Ad esempio molti non sanno che una giornata molto ventosa fatta trascorrere ai bambini in barca in mare aperto, può costar loro una fastidiosa otite, oppure che in condizioni di gran caldo, in cui i ragazzi arrivano dalla spiaggia molto accaldati e sudati, oltre che praticamente nudi, entrare in un supermercato con loro, specie nel reparto surgelati, può sicuramente favorire l'insorgenza di una bronchite nei soggetti predisposti.

La permanenza per diverso tempo in ambienti condizionati super affollati come le sale giochi può portare alla diffusione di virus e batteri, così come fare il bagno in mare nei pressi degli scarichi fognari, specie nei giorni di mare calmo, può provocare gastroenteriti oltre che dermatiti.

Continua qui

 

sabato 2 agosto 2014

Cioccolato fondente migliora la circolazione, bastano 40 gr

Riduce stress vasi sanguigni, inefficace invece quello al latte

20th Salon du Chocolat in Brussels  
20th Salon du Chocolat in Brussels
 
Il cioccolato fondente protegge la salute dai rischi associati all'irrigidimento delle arterie grazie ai polifenoli che contiene ed e' capace di ridurre i sintomi dell'aterosclerosi dei vasi periferici. Lo dimostrano i dati pubblicati sul Journal of the American Heart Associaton in una nuova ricerca condotta da esperti della Società Italiana di Medicina Interna (SIMI).

Continua qui