Acqua come medicina, c'e' quella giusta anche per curarsi

Convegno su risorsa;esperto, esposta a rischi chimici in tubature

Si deve scegliere con cura l'acqua che beviamo, come se fosse la medicina giusta per ogni situazione. O quasi. E allora, per esempio, c'e' un'acqua per la gravidanza, un'altra per chi ha problemi di fragilita' alle ossa, un'altra per lo sport. E ancora a seconda delle diete, e dei regimi alimentari, si deve scegliere un'acqua povera di sodio piuttosto che ricca in calcio o guardare ad altri minerali e al residuo fisso. E' il messaggio che arriva dal convegno 'L'acqua che beviamo: fare chiarezza', promosso dalla Fondazione acqua, nata nel marzo 2011 per diffondere una corretta informazione.

Le acque minerali naturali, ha sottolineato Andrea Fabbri, endocrinologo dell'universita' di Roma Tor Vergata e coordinatore del Comitato scientifico della Fondazione, ''essendo dotate di caratteristiche organolettiche ed igieniche particolari sono in grado di svolgere azioni favorenti la salute e di mantenere il benessere ormonale''. Altro esempio: un'acqua ricca in calcio, ad esempio, non favorisce i calcoli.

Continua qui

Commenti