mercoledì 10 dicembre 2008

Il decalogo anti-raffreddamenti

Curare particolarmente l'alimentazione:
autunno e inverno sono i momenti in cui il fisico è sottoposto a grandi stress e che richiedono quindi una
particolare cura, soprattutto per quanto riguarda vitamine e ali minerale.

Mai sottovalutare i sintomi influenzali:
oltre ai disagi legati alla malattia, spesso sono indice del fatto che qualcosa nel proprio stile di vita e nella
propria alimentazione andrebbe decisamente rivisto.

Cercare di tenere uno stile di vita il più regolare possibile:
soprattutto in questo periodo dell'anno bisognerebbe limitare tutto quello che può creare stress o causare
grande stanchezza. Le giuste ore di sonno e pasti corretti a orari regolari sono le prime difese contro
i mali di stagione.

Non affidarsi a rimedi "fai da te":
i cosiddetti rimedi della nonna talvolta possono anche funzionare, ma nella maggior parte dei casi sono
un mix tra saggezza popolare e credenze prive di qualsiasi fondamento scientifico.
Il risultato? Talvolta, invece di guarire acuiscono la malattia.

Assumere integratori alimentare:
introducendo nella propria alimentazione elementi quali le vitamine e tutto ciò di cui il corpo ha maggiormente
bisogno per difendersi dagli attacchi al proprio sistema immunitario.

Ricordarsi sempre dell'importanzadi integrare i liquidi:
le buone abitudini estive di bere spesso valgono anche per l'inverno. Soprattutto quando si contrae l'influenza
è necessario bere grandi quantità di liquidi.

Scegliere con cura l'abbigliamento:
sì ai vestiti "a strati", no ai capi troppo pesanti: un'abbondante sudorazione rappresenta la porta d'ingresso
per mali di stagione e colpi di freddo.

Fare attenzione agli sbalzi di temperatura:
non esagerare con il riscaldamento, da utile può diventare un vero attentato al benessere (la differenza tra
la temperatura interna ed esterna non dovrebbe mai essere superiore ai 15 gradi).

Non trascurare l'attività fisica:
anche se un chilo di troppo può essere nascosto dagli abiti invernali, praticare attività fisica rinforza l'organismo
e aiuta le difese contro gli attacchi dei mali di stagione.

Evitare i luoghi affollati:
nei luoghi molto frequentati si moltiplicano le occasioni di contagio, specialmente se si è già fisicamente
debilitati. Quindi, particolare attenzione a mezzi di trasporto, palestre, piscine nei periodi più a rischio.

Fonte Osservatorio FederSalus (Star bene)

Nessun commento: