venerdì 13 luglio 2012

Macedonie e pinzimoni anti cuscinetti

Ricchi di enzimi, sali e vitamine, gli ortaggi e i frutti estivi idratano, rinfrescano e  ti riforniscono di antiossidanti: sostanze preziose per vincere il caldo e diluire le tossine che si trasformano in ritenzione e cellulite.

In estate la circolazione delle gambe viene messa a dura prova dal costante aumento della temperatura, specie in presenza di un alto tenore di umidità. Di conseguenza si creano ristagni e congestione a livello della parte inferiore del corpo, si accusano stanchezza, dolori ai piedi, caviglie e gambe pesanti e si forma la ritenzione, “terreno” ideale su cui la cellulite si sviluppa.

La dieta “cruda” che vince i ristagni
Il Fuoco estivo in eccesso si combatte soprattutto con un’alimentazione in grado di controbilanciare gli effetti del clima. E di riattivare i processi di drenaggio.

Insalata amara e pinzimonio neutralizzano liquidi e caldo
Per la medicina cinese, il sapore in grado di raffreddare e di controllare il Fuoco estivo è l’amaro: rinfresca e drena anche l’umidità, spingendola in basso verso la vescica per eliminarla attraverso l’urina. A luglio, quindi, inizia sempre il pasto con un’insalata mista con cicoria, tarassaco, radicchio o un pinzimonio di finocchi, cetrioli e pomodori. Il tutto va condito con olio d’oliva, che lubrifica l’intestino e alleggerisce il lavoro del circolo.

Tisane fresche, diuretiche e digeribili
A luglio meglio scegliere bevande a temperatura ambiente. Un caffè leggero non fa male d’estate ma si può sostituire con un infuso di timo o con la verbena, rinfrescante. Anche l’infuso di rosa canina, per il suo contenuto in acido silicilico, stimola la diuresi e svolge un’azione rinfrescante; gli infusi vanno bevuti freschi ma non gelati, non superare le due tazze al giorno.

Continua qui

Nessun commento: