domenica 29 luglio 2012

Solleone, come abbronzarsi senza rischi

Il sole estivo ci offre un’importante opportunità di salute: fissa nelle ossa la vitamina D, che regola il bilancio del calcio ed è indispensabile nella prevenzione dell’osteoporosi. L’importante è saper sfruttare i benefici del sole senza correre rischi. Primo fra tutti, quello relativo all’invecchiamento precoce della pelle, che l’azione ossidante di un’esposizione poco ragionata può causare. Per proteggersi, bisogna seguire un’alimentazione adeguata e affidarsi agli integratori giusti. Soprattutto in vacanza.

A colazione fragole e yogurt: più difese per la pelle
Al mattino il corpo è più ricettivo all’azione dei cibi depurativi (come il latte di riso). Più proficui anche i trattamenti antiossidanti, come quello offerto naturalmente dai frutti di bosco.

Cosa privilegiare
I frutti di bosco: ricchi di sostanze antiossidanti, fragole, mirtilli e lamponi sono un vero trattamento antiage, adatto a prevenire i danni del sole. Puoi gustarli con lo yogurt che è ricco di probiotici e riequilibra la flora batterica intestinale, attivando le difese naturali della pelle.

Da bere
Latte di riso. Fresco e leggero è la bevanda ideale per la colazione. Indispensabile in caso di intolleranza a latte vaccino, è utile a tutti per il suo potere drenante. Anche la pelle se ne giova: dopo una settimana è più morbida e setosa.

A pranzo, quando il sole è più alto, scegli pomodoro e albicocche
A pranzo quando il sole è più aggressivo, ci vogliono cibi dall’elevato potere antiossidante. Come i pomodori, le albicocche e i meloni, vere miniere di sostanze antiage. “Bevi” il sedano, rimineralizzante.

Da mangiare
Albicocche e melone. Chiudi il pasto con una fetta di melone o tre albicocche. Questi frutti contengono betacarotene, indispensabile per difendere la pelle e mantenerla giovane. Vuoi fare il pieno di sostanze antiossidanti? Scegli per contorno i pomodori, ricchissimi di licopene.


Continua qui

Nessun commento: