lunedì 23 aprile 2018

Perchè viene la nausea: le cause scatenanti e le soluzioni più immediate



Angela Nanni

La nausea è una sensazione sgradevole che si avverte a livello di stomaco, gola e bocca spesso con aumento della salivazione e può accompagnarsi talvolta al vomito. Può comparire insieme con altri sintomi come sudorazione fredda, rallentamento del battito cardiaco, giramenti di testa e vertigine.

LE MOLTE POSSIBILI CAUSE DELLA NAUSEA
La nausea è un sintomo piuttosto comune, riferibile a diverse condizioni patologiche, di solito di natura gastrointestinale, ma non solo. Nausea e vomito, infatti, sono fra gli effetti collaterali della maggior parte dei farmaci, possono insorgere come conseguenza della labirintite, di artrosi, possono essere segni premonitori di infarto e ischemia, di un’intossicazione alimentare, di botulismo o anche conseguire a un forte mal di testa, a un intenso sforzo fisico o dipendere dal mal da movimento (mal d’auto, d’aereo e così via).

«La più frequente causa di nausea rimane la reazione vagale che consiste in un meccanismo riflesso conseguente frequentemente al dolore di qualsiasi origine, ma è una reazione che può conseguire anche a forti e improvvise emozioni. In questo caso si associa a sudorazione, brusco abbassamento della pressione sanguigna e conseguente possibile perdita di coscienza» approfondisce Andrea Galli, Ordinario di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva all’Università di Firenze.

QUALI SOLUZIONI
Se la nausea è un effetto collaterale di un farmaco, il metodo migliore per non avvertirla più è sospendere il trattamento farmacologico laddove possibile.

La nausea, purtroppo, è uno degli effetti indesiderati più comuni in caso di radio e chemioterapia e in questo caso il trattamento non si può interrompere, quindi necessariamente bisogna adoperarsi per attenuare la sgradevole sensazione. In questo senso numerosi accorgimenti alimentari possono renderla più sopportabile.

I CIBI CHE ALLEVIANO LA NAUSEA
Vi sono cibi che possono aggravare la nausea, in genere tutti quelli molto ricchi di grassi, i formaggi fermentati, i cibi integrali, i prodotti raffinati, frutta e verdura non matura, i legumi secchi, i prodotti di pasticceria, l’alcol, il caffè, le cipolle e i cibi piccanti. 

Continua qui

Nessun commento:

Usa, Monsanto condannata a risarcire giardiniere: “Glifosato causa tumore”. In Ue pareri discordanti. Ma in Italia è vietato

La multinazionale ha già annunciato che ricorrerà in appello, ma la sentenza pronunciata, a San Francisco, è storica. Non solo per i 289 mil...